DA ASSOCIAZIONE

A COMMUNITY...

IL PASSO É BREVE?

Il consiglio direttivo della sezione
italiana di una associazione
internazionale, ha chiesto un nostro
intervento al fine di trasformare
l’annuale assemblea dei soci in
un’occasione per comunicare la
nuova strategia di “comunità globale”

lanciata dalla casa madre e
stimolare una loro partecipazione
più attiva alla vita dell’associazione

Come fare?

Lavoro con il management

Abbiamo deciso di avviare la sessione con i membri

del consiglio direttivo ri-orientando la “domanda”
utilizzando la tecnica degli scenari.
Un lavoro di condivisione dell’immagine futura
dell’associazione che permette di evidenziare

differenze di visione, riducendo future dinamiche conflittuali nel gruppo di leadership e valorizzando le diverse prospettive come alternative di possibili futuri processi di sviluppo.


La seconda parte del lavoro si è focalizzata sulle
problematiche che l’associazione viveva in quel
momento, in particolare i problemi ricorrenti, cioè
quelli che si ripetono nel tempo e che non si riesce a
risolvere con le modalità tradizionali.
Utilizzando le tecniche della visualizzazione e

dell’ascolto attivo abbiamo portato i membri del

consiglio ad analizzare le problematiche organizzative,
adottando il comune punto di vista del cliente (socio),
per riconoscere le peculiarità individuali e favorendo

la coesione del gruppo.


Abbiamo completato il quadro con uno sguardo
retrospettivo sul passato utilizzando la reflective
analysis e l’approccio biografico, permettendo una
riflessione comune non solo sulle trasformazioni nel
tempo delle attività e dei clienti, ma anche sulle
trasformazioni della "mission", impulso originario
dell’organizzazione.

Giorno 1.

Lavoro di Community Building

Abbiamo aperto la sessione assembleare con un
momento di riflessione condivisa sull’associazione
attraverso tre domande guida:
Cosa mi ha portato ad associarmi ?
Cosa vorrei che l’associazione diventasse o che
continuasse ad essere?
Come posso contribuire a questa comunità?

 


Il passo successivo è stato un momento di grande
attività creativa che ha visto coinvolti tutti i soci nella
cornice di una location accuratamente scelta per
esaltare il senso di comunità e di armonia.
Divisi in gruppi e accompagnati dai facilitatori, hanno
dato forma alla loro visione di Community, creando
un'immagine della stessa con tecniche di collage.
L’analisi dei risultati della giornata di community
building sono stati condivisi con il management che ha
potuto, in un tempo brevissimo, conoscere le richieste/visioni dei soci sulle quali elaborare la nuova strategia dell’attività associativa e al contempo comunicare/condividere la nuova policy organizzativa.

Giorno 2.

Scopri gli altri eventi che abbiamo organizzato

Agro-Biodiversità

Otto attori internazionali per

divulgare l'importanza della

biodiversità nell'agricoltura.

Coloriamo l'Africa

Progettare una comunicazione

fuori dai vecchi schemi per una

efficace campagna di solidarietà.

Prenota un incontro gratuito e scopri

come possiamo aiutarti

© 2018 EQUILIBRIODINAMICO